domenica 8 luglio 2007

Eccomi

Eccomi qui, al mio primo post. Mi sento come uno scolaretto delle elementari, con il suo bel grembiulino nuovo,inconsapevole di ciò che lo aspetterà. Mi guardo attorno; la mia stanza mi guarda sarcastica " Hei cretino, smettila di fare paragoni stupidi e taglia corto con sta tastiera, che stiamo cercando di riposare" sembra dirmi sornione lo scanner. Deluso da un tradimento inaspettato, abbasso la testa verso il mio pigiama "Standard Good". Un prodotto di media qualità, ma fatto veramente bene. Così, almeno quando dormo, posso dire di essere come tutti gli altri. Rialzo la testa. L'eccitazione procuratami dal miraggio di una vita normale lentamente svanisce. Torno
subito in me, e vorrei andarmene, ma non posso. Prigioniero di un corpo simil Neri Marcorè inadatto ad ogni tipo di sport, salvo riservare incredibili colpi quando nessuno ( ormai, ahimè) se lo aspetta. Sono in bilico tra un destino infame ed uno con tanta fame, e coltivo la sciocca ambizione di un lavoro nell'ineffabile mondo della creatività. Così mentre aspiro polvere di stelle ( ma non la sniffo, che c'ho il setto nasale deviato) corro con coraggio da codardo lunghi freddi binari morti. Quali? Quelli di questo post, perso in un pomeriggio di luglio che prepotente si mostra nella mia finestra.

2 commenti:

IL GABBRIO ha detto...

Vai, vai, carissimo, e divertiti in questo mondo di bloggers, dove dire la propria è una filosofia di vita (finalmente)...attendo con ansia quello che batteranno le tue dita sulla tastiera!!!

Ti linko domanttina ché questa sera ho suonato e sono distrutto!!!

Grazie per le visite sul mio blog e i complimenti!

A presto!!! : )

Cirincione ha detto...

Yippee Ki Yay!
Ben arrivato Giulio!
aggiungo un'altra tacca ai miei link...